categorie

Con gli Organi Collegiali (D. P. R. 31 maggio 1974, n. 416) n sono stati istituiti organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche a livello territoriale e di singolo istituto.Composti da rappresentanti delle varie componenti interessate (docenti, alunni, ATA, genitori), sono strumenti di partecipazione democratica per garantire sia il libero confronto fra tutte le componenti scolastiche,  sia il raccordo tra scuola e territorio, in un contatto significativo con le dinamiche sociali.
Tutti gli Organi collegiali della scuola si riuniscono in orari non coincidenti con quello delle lezioni.


Nelle istituzioni scolastiche il Consiglio di Istituto costituisce l’organo di indirizzo politico-amministrativo.

Consiglio d’Istituto e Giunta esecutiva:
– Nella scuola secondaria superiore il Consiglio di Istituto, con popolazione scolastica superiore a 500 alunni, è costituito da 19 componenti, di cui 8 rappresentanti del personale docente, 2 rappresentanti del personale amministrativo, tecnico e ausiliario, 4 dei genitori degli alunni, 4 degli alunni ed il Dirigente Scolastico.
Il Consiglio d’Istituto è presieduto da uno dei membri eletto tra i rappresentanti dei genitori degli alunni.

La Giunta esecutiva è composta da un docente, un impiegato amministrativo o tecnico o ausiliario, da un genitore e da uno studente.
Di diritto ne fanno parte il Dirigente Scolastico, che la presiede, e il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi, che ha anche funzioni di segretario della giunta stessa.

Il Consiglio d’Istituto :
• elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le forme di autofinanziamento della scuola;
• delibera il bilancio preventivo e il conto consuntivo e stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico;
• adotta  il regolamento d’istituto;
• decide in merito alla partecipazione dell’istituto ad attività culturali, sportive e ricreative, nonché allo svolgimento di iniziative assistenziali;
• delibera sull’organizzazione e la programmazione della vita e dell’attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio
• adotta il Piano dell’offerta formativa elaborato dal collegio dei docenti;
• indica i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’assegnazione dei singoli docenti;
• esprime parere sull’andamento generale, didattico ed amministrativo dell’istituto;
• stabilisce i criteri per l’espletamento dei servizi amministrativi;
• esercita le competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici.

La composizione, le competenze e gli adempimenti specifici del Consiglio di Istituto sono indicati negli art. 8-10 del Testo Unico 16 aprile 1994 n. 297 e dal Decreto Interministeriale n. 44 del 1 febbraio 2001.

Risultati Elettorali Consiglio d’Istituto a.s. 2015-2016


Elezioni
I rappresentanti dei genitori vengono eletti nel corso di assemblee convocate dal Dirigente Scolastico.
Le procedure operative sono contenute nella O.M. 215/91, artt.21 e 22.
Per il Consiglio d’Istituto, sia in caso di rinnovo dell’organo, giunto alla scadenza triennale, sia in caso di prima costituzione, le elezioni vengono indette dal Dirigente sScolastico. Le operazioni di votazione debbono svolgersi in un giorno festivo dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e in quello successivo dalle ore 8.00 alle 13.00, entro il termine fissato dai direttori degli uffici scolastici regionali.
Indicazioni più dettagliate in merito alle procedure sono contenute nella C.M. 192/00, nella O.M. 215/91 e nella O.M. 277/98 che modifica e integra la precedente normativa.
Il Consiglio di Istituto, a sua volta, elegge al suo interno la Giunta esecutiva.
La composizione, le competenze e gli adempimenti specifici del Consiglio di Istituto sono indicati negli art. 8-10 del Testo Unico 16 aprile 1994 n. 297 e dal Decreto Interministeriale n. 44 del 1 febbraio 2001.

Assemblee degli Studenti e dei Genitori:
Gli studenti della scuola secondaria superiore e i genitori degli alunni delle scuole di ogni ordine e grado hanno diritto di riunirsi in assemblea nei locali della scuola.
Le assemblee studentesche nella scuola secondaria superiore costituiscono occasione di partecipazione democratica per l’approfondimento dei problemi della scuola e della società,  in funzione della formazione culturale e civile degli studenti.
Le assemblee studentesche possono essere di classe o d’ Istituto.


Consiglio di classe:
è composto da tutti i docenti della classe, da due rappresentanti dei genitori e due rappresentanti degli studenti; presiede il Dirigente Scolastico o un docente, facente parte del Consiglio, da lui delegato.
Ha il compito di:
formulare al Collegio dei docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica e a iniziative di sperimentazione nonché quello di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni. Fra le mansioni del consiglio di classe rientra anche quello relativo ai provvedimenti disciplinari a carico degli studenti.

Composizione dei Consigli di Classe a.s. 2015-2016


Collegio dei Docenti:
Componenti: Dirigente Scolastico, insegnanti dell’Istituto.
Principali competenze: programmare l’attività educativa, proporre sperimentazioni, elaborare il Piano dell’Offerta Formativa, eleggere Funzioni Obiettivo e Commissioni di lavoro, proporre i criteri per la formazione delle classi e per l’assegnazione ad esse dei docenti, valutare periodicamente l’andamento complessivo dell’attività didattica, individuare i mezzi per ogni possibile recupero riguardo i casi di scarso profitto, provvedere all’adozione dei libri di testo, ecc.
Il Collegio dei Docenti, che può riunirsi anche in sottocommissioni, è convocato dal Dirigente Scolastico su propria iniziativa, o su richiesta di 1/3 degli insegnanti, per gli adempimenti di cui all’art. 7 del T.U., con avviso affisso all’albo e fatto sottoscrivere da tutti i docenti per presa visione, di norma almeno 5 giorni prima della seduta. Alla stessa data presso l’Ufficio del Dirigente Scolastico devono essere depositati tutti i materiali preparatori delle eventuali deliberazioni, a disposizione dei componenti il collegio, i quali, a richiesta, possono averne copia.


Obblighi di pubblicazione concernenti i componenti degli organi di indirizzo politico
Informazioni pubblicate in ottemperanza all’art. 14 del D. Lgs. 33/2013.

Atto di nomina o di proclamazione
Indicazione della durata dell’incarico o del mandato elettivo: il Consiglio d’Istituto viene eletto ogni tre anni.
Permanenza di legge delle informazioni sul sito: le informazioni qui riportate saranno disponibili per i tre anni di validità del Consiglio d’Istituto (es. fine 2011 – elezioni del 2014) e per i tre anni successivi (rimozione prevista dalla normativa alla fine del es. 2017).

Retribuzioni e CV per incarichi politici
La partecipazione al Consiglio d’Istituto e agli altri organi collegiali non prevedere alcuna retribuzione. Non è prevista la presentazione di alcun curriculum per essere eleggibili.