categorie

Corleone, 01 settembre 2016

Alle Autorità civili e religiose del Territorio
Alle famiglie ed agli alunni della Scuola
Al Consiglio d’Istituto
Al personale Docente e Ata

 

Nell’assumere la funzione dirigenziale presso l’Istituto “Don Giovanni Colletto”, sento il dovere, da concittadina e da ex docente dello stesso Istituto, di esprimere la mia gioia per la designazione ed assicurare la massima collaborazione a tutti.

L’anno scolastico che sta per iniziare, ad un anno dall’entrata in vigore della legge 107, è certamente complesso, come è stato anche il decorso periodo scolastico, per i tanti problemi che il sistema scuola ha dovuto affrontare che, uniti al quotidiano, hanno segnato momenti di criticità notevoli.

La gestione degli organici, il bonus premiale per gli insegnanti, le fasi della mobilità, la chiamata diretta, la rendicontazione sul bonus professionale su cui s’è fatta chiarezza solo in questi giorni, e, soprattutto, la gestione della didattica alla luce degli odierni cambiamenti pedagogici, hanno comportato e comporteranno un impegno categoriale notevole, che si potrà superare attivando sinergie a livello dipartimentale e interdipartimentale.

Parimenti l’alternanza scuola-lavoro, la flessibilità portata avanti con una progettazione funzionale e motivante e le altre azioni didattiche che il Collegio dei docenti vorrà proporre, saranno oggetto di puntuale studio ed attenzione da parte mia, per assicurare al nostro Istituto quel respiro ampio e profondo che ne ha segnato la vita in un recente passato.

Alle Autorità civili e religiose del Territorio, nel rispetto delle reciproche competenze, assicuro il mio massimo impegno da dirigente dello Stato oltre che da concittadina, affinché venga portato avanti con ogni sforzo comune, un modello virtuoso di sistema scuola nel cambiamento ed a un tempo custode di valori e tradizioni culturali.

Auspico che gli Organi collegiali della scuola siano partecipi di una nuova fase gestionale che possa portare a buon fine ogni azione organizzativa, funzionale e pedagogica nell’interesse della comunità scolastica.

A tutto il personale della scuola (Docenti e Ata) rappresento già da adesso la mia più profonda gratitudine per l’impegno collaborativo e professionale che vorrà offrirmi nell’assumere la delicata funzione dirigenziale che mi riprometto di esercitare distinguendo sempre i rapporti istituzionali da quelli affettivi e/o amicali.

Con l’auspicio di un sereno avvio dell’anno scolastico, saluto tutti cordialmente.

 

                                                                                                                                   Natalia Scalisi, dirigente scolastico

Saluto del Dirigente Scolastico